Pignoramento degli animali domestici – Gente 9/3/2019

  • -
pignoramento degli animali domestici

Pignoramento degli animali domestici – Gente 9/3/2019

Sul numero 9 del settimanale Gente del 9 marzo 2019 è uscito un articolo dell’Avv. Francesca Zambonin in tema di pignoramento degli animali domestici.

Pignoramento degli animali domestici: la normativa italiana

Riportiamo il testo integrale:

“Il nostro cane può essere pignorato come un mobile?

Il carlino di una famiglia tedesca indebitata col fisco è stato messo all’asta. Può accadere in Italia?

Ha fatto scalpore la notizia di una famiglia tedesca non in regola con il pagamento delle tasse, che ha subito il sequestro e la vendita all’asta del proprio animale domestico.

In Italia, una situazione del genere non si può (più) presentare.

A partire dal gennaio 2016 è infatti entrata in vigore la legge (L. 28/12/2015 n. 221) che ha vietato il pignoramento degli animali domestici.

Il nuovo articolo 514 del codice di procedura civile dispone ora che sono assolutamente impignorabili gli animali di affezione o da compagnia tenuti presso la casa del debitore o negli altri luoghi a lui appartenenti, senza fini produttivi, alimentari o commerciali; sono inoltre impignorabili gli animali impiegati ai fini terapeutici o di assistenza del debitore, del coniuge, del convivente o dei figli.

Prima di tale legge, nessuna norma impediva ad un creditore di pignorare gli animali di affezione del proprio debitore, essendo questi ultimi assimilati a semplici beni mobili, che seguivano pertanto la sorte di qualsiasi altro bene di proprietà del debitore.

La norma vieta esclusivamente il pignoramento degli animali di affezione o da compagnia, nonché impiegati a fini terapeutici o di assistenza: rimangono dunque esclusi dal divieto, e potranno dunque essere pignorati, gli animali da allevamento.

Avv. Francesca Zambonin”

pignoramento degli animali domestici


Contattaci per informazioni